Finali Playoff 2018, Gara3: La Dolomiti è viva, battuta Milano ed accorcia sul 2-1

Dolomiti Energia Trento – Olimpia Milano 72-65

Trento conquista il terzo atto tra le mura amiche della BLM Group Arena accorciando così nella serie sul 2-1. Per gli uomini di coach Maurizio Buscaglia grande apporto da parte del duo Sutton-Hogue. Per Milano non bastano i 13 punti di Bertans e di Jerrells per evitare il k.o. Lunedì 11 giugno si giocherà gara 4 sempre a Trento con la possibilità per i bianconeri di pareggiare la serie su 2-2, mentre per Milano di allungare sul 3-1.

Il Primo Tempo: L’EA7 parte con il piede giusto e va avanti dopo i primi minuti sul 8-2 grazie ad una tripla di Kuzminskas, la Dolomiti però non ci sta ed accorcia sul -3 con un ispirato Hogue. Milano risponde subito a tono sotto le plance e con una schiacciata di Tarczewski va sul 12-7, obbligando coach Buscaglia a richiamare all’ordine i suoi. I padroni di casa escono con un’altra faccia e con un parziale di 8-2 firmato dalla coppia Hogue- Gomes trovano il primo vantaggio di serata sul 15-14. Il primo quarto si chiude però in perfetta parità sul 17 pari.  Nel secondo periodo regna l’equilibrio tra le due compagini, che si rispondono colpo su colpo, ma all’intervallo lungo è la Dolomiti ad essere avanti sul 35-31 con un canestro di Shields.

Il Secondo Tempo: I bianconeri in avvio di terzo quarto piazzano un mini parziale di 5-0 ed allungano sul +9, ma Milano con una conclusione dalla lunga distanza di Cinciarini prova a rimanere a contatto. Trento non ci sta e con un altro importante break allunga sul +15, provando a scappare in modo concreto. Al 30′ il punteggio dice 58-48 in favore della Dolomiti. Nell’ultima frazione di gioco Milano rientra in partita ed riduce lo svantaggio sul -4 con un libero di Bertans, ma i padroni di casa grazie alla buona vena realizzativa dalla linea della carità e ad una buona difesa conquistano un successo. Il finale è 72-65 per Trento.

Parziali: (17-17, 35-31, 58-48)

TOP Dolomiti Trento: Sutton 19, Hogue 18, Gomes 13

TOP Olimpia Milano: Bertans 13, Jerrells 13, Goudelock 8

Le parole dei protagonisti nel post partita

Ojars Silins (Trento): “Siamo tornati a giocare in casa nostra dove ci carichiamo di più grazie al nostro pubblico e dopo gli errori commessi nelle prime due gare abbiamo fatto un lavoro di “scouting”, per migliorare. Questa sera infatti abbiamo difeso con la giusta aggressività. Gara4? Sarà una partita durissima, ora dobbiamo recuperare le energie ed imporre di nuovo il nostro gioco tra due giorni”.

Toto Forray (Trento): Sapevamo che loro non potevano segnare sempre e oggi anche grazie al nostro pubblico abbiamo messo più intensità e abbiamo difeso meglio, costringendoli a chiudere con un punteggio basso. La chiave di questa vittoria è stata la nostra mentalità sui 40′. In vista di gara 4 dobbiamo replicare la stessa partita di stasera per ottenere un altro successo, anche se non sarà facile perché loro vorranno vincere”.

Dominique Sutton (Trento): “Abbiamo vinto una partita importante in cui siamo stati molto più aggressivi. Rispetto a gara 1 e a gara 2 mi sono detto che dovevo essere anche io più aggressivo e cosi è stato. Le chiavi di questa vittoria sono stati la difesa e i numerosi rimbalzi”.

Coach Maurizio Buscaglia (Trento): “Siamo soddisfatti di quanto fatto stasera, siamo ripartiti dal secondo tempo di gara 2 dove abbiamo difeso meglio, obbligandoli ad un punteggio basso. Siamo stati più uniti e compatti, riuscendo anche a correre in campo aperto e bravi inoltre a ritrovare Sutton e Hogue. Da questa prestazione si costruisce la prossima”. 

Coach Simone Pianigiani (Milano): Non siamo stati bravi a capire il tipo di partita, dopo un avvio in cui siamo stati attenti ci siamo innervositi. Uno dei problemi principali è stato chiudere il primo tempo con zero tiri liberi tentati ed i miei giocatori per questo si sono innervositi. Dobbiamo stare più tranquilli ed adeguarci a ciò che succede in campo. Dobbiamo perdere meno palloni e conquistare qualche rimbalzo in più”.

Foto: Twitter LBA

Lorenzo Lubrano per BlaBlanews

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *