Lo Yoga spiegato dall’insegnante Maria Giovanna Bosco

Lo Yoga

spiegato dall’insegnante

Maria Giovanna Bosco

Se ne sente tanto parlare ed è sicuramente molto famosa ma…cos’è lo Yoga? L’insegnante Maria Giovanna Bosco ci introduce a questa disciplina che arriva dall’India definendola come pratica finalizzata allo studio di se stessi dal punto di vista fisico e spirituale.

In occidente viene coltivata molto la parte più fisica piuttosto che quella spirituale e quindi a noi è arrivato solo una piccola parte. E’ bene precisare, continua Maria Giovanna Bosco, che è sicuramente per tutti nel senso che è talmente variegato che ognuno di noi può trovarci un proprio modo di viverlo in maniera più o meno approfondita come studio oppure solo nella sua parte più fisica. Allo stesso tempo lo Yoga…..non è per tutti. Chi non sente la necessità di svolgere una ricerca interiore o preferisce lavorare sul proprio corpo diversamente può lasciar perdere!

Una volta che l’allievo trova una sua dimensione sarà compito del’insegnante continuare il cammino insieme in maniera graduale e completarlo in tutte le sue forme…per fortuna Maria Giovanna Bosco è una di queste insegnanti che vuole trasmettere il suo sapere agli altri.

Significativo è il fatto che al di fuori di un contesto urbano la disciplina subisce dei preconcetti molto restrittivi e viene percepita come estremamente statica e impegnativa. Chi si aspetta un corso puramente meditativo può rimanere deluso anche se esistono anche queste varianti. Ma vari studi hanno dimostrato che siamo talmente abituati ad una vita di forti stress che cercare di spingerci ad essere troppo estremi su altri aspetti, come una meditazione forzata, può causare un effetto opposto; molto meglio andar per gradi e portare avanti la sfera meditativa con quella fisica.

Lo Yoga è un esempio di disciplina sincretistica in cui esistono scuole e influenze diverse derivate da culture diverse. In occidente è conosciuto poco per i suoi aspetti più classici e teorici. La fusione con il Tantra e con la moda della forma fisica diffusasi in India all’inizio del secolo scorso hanno portato allo Yoga che noi conosciamo.

Ogni insegnante personalizza il proprio stile sulla base del proprio vissuto. La stessa Maria Giovanna Bosco ha sviluppato un modo di insegnare molto terapeutico legato sopratutto al mal di schiena di cui lei è purtroppo “molto esperta”. Il suo primo approccio con lo Yoga è stato nel 1996 ma solo dopo un lungo soggiorno negli Stati Uniti nel 2008 in lei si è risvegliato un forte interesse verso questa disciplina, grazie a insegnamenti più dinamici e coinvolgenti. Tornata in Italia, nel 2011 si è diplomata presso la scuola Soloyoga e ha deciso di trasmettere agli altri proprio queste modalità più immediate. Tra i pochi in Italia ha completato il corso intensivo di Yoga di Ana T. Forrest.

L’insegnante Maria Giovanna Bosco anche quest’anno terrà due corsi. All’interno dell’Università Bocconi, aperto a tutti il giovedì. C’è la possibilità di effettuare una lezione prova previa presentazione di certificato medico. Il martedì e giovedì nella palestra AIMA Ayurveda di Via Teocrito 50 dal 18 Settembre in cui si affronterà lo Yoga nella sua interezza con elementi di mantra e meditazione. Anche qui c’è la possibilità di effettuare una lezione di prova.

In ultima battuta Maria Giovanna Bosco ci tiene a ricordare che prima di tutto bisogna provare. E’ importante non fermarsi ad un errata conoscenza legata a pregiudizi ed inoltre si deve ricordare che nello Yoga non esiste “non riuscire”. E’ una pratica individuale dove ognuno deve trovare la propria dimensione ma non preoccupatevi, in questo processo non si è mai da soli. Se avrete una insegnante intenzionata ad aiutare gli altri sarà tutto più facile, quindi affidatevi a Maria Giovanna Bosco e vedrete che riuscirete ad appassionarsi a questa fantastica disciplina

 

Andrea Arcuri Radioblabla

 

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *