Presentata a Brescia la Zurich Connect Supercoppa 2018

Presentata a Brescia la Zurich Connect Supercoppa 2018

Nella storica e affascinante location di Palazzo Loggia a Brescia all’interno del salone Vanviteliano è stata presentata ufficialmente la Zurich Connect Supercoppa 2018. A fare da conduttore della conferenza ci ha pensato il noto giornalista Mino Taveri che ha intrattenuto i presenti.

A dare il via alle danze invece, ci ha pensato il sindaco Emilio Del Bono, il quale si è detto molto soddisfatto per la possibilità di organizzare un’evento cosi importante nella sua città:” E’ una grande opportunità per la nostra città e di questo ringrazio la Lega per averci scelto. Possiamo definire la città di Brescia come una vera e propria basket city. Il movimento di questo sport sta crescendo sempre di più. Lo sport e in particolare modo il basket rappresentano un efficace veicolo di promozione. Inoltre a novembre avremo la fortuna di poter assistere ad una partita della Nazionale, forse quella decisiva per la qualificazione contro la Lituania e questo è sinonimo per noi di grande gioia.“

La palla è passata poi al Presidente di Lega Basket, Egidio Bianchi, che con il solito entusiasmo che lo contraddistingue ha dichiarato: “Non vediamo l’ora di cominciare, ringrazio il sindaco di Brescia e la presidentessa della Germani Basket Brescia, Graziella Bragaglio per la costruzione del PalaLeonessa. Tutte e quattro le squadre che si affronteranno in questa manifestazione dispongono di strutture importanti. Come Lega crediamo che l’impiantistica sia uno dei nostri pallini anche per le prossime stagioni. L’annata 2018-19 sarà l’ultima stagione a sedici squadre, infatti, l’anno prossimo le compagini saranno diciotto. Sono convinto che sarà una manifestazione in cui ci sarà da divertirsi e dove i tifosi avranno la possibilità di conoscere le bellezze di Brescia. Tutte e quattro si sono rinforzate, ma sono convinto che il nostro campionato sarà ancor di più equilibrato.”

Dopo le due principali figure istituzionali dell’evento ha preso parola Giandomenico Brambilla, direttore generale del comune bresciano:” Ringrazio tutti coloro che hanno dato una mano per  la costruzione del nuovo palazzetto, in particolare Mauro Ferrari, amministratore delegato della Germani Spa, title sponsor della Leonessa. Per far si che tutto procedesse nel miglior dei modi abbiamo dovuto segnato una serie di triple allo scadere. Dopo la grande annata della passata stagione, Brescia per la prima volta assaporerà l’Europa e poi a novembre ci sarà la nostra Nazionale contro la Lituania.”;

Il main sponsor della Supercoppa 2018 sarà Zurich Connect, a rappresentare l’azienda ci ha pensato il responsabile marketing Paolo Roccaforte: “Per noi è un grande onore poter essere per la prima volta main sponsor di un evento cosi importante come quello della Supercoppa. Ci avviciniamo a questo sport con grande voglia e siamo molto curiosi.”

Il microfono è poi passato a Marco Aloi, direttore marketing della Lega Basket, il quale ha svelato le sorprese e gli eventi paralleli della competizione:” Siamo molto contenti della collaborazione con la città Brescia e il comune. In particolare vorrei ringraziare la presidentessa  Graziella Bragaglio, e la Regione Lombardia. Tra le tante novità  sarà con noi come testimonial dell’evento, Gianmarco Tamberi, appassionato ed ex giocatore di pallacanestro. Nella serata finale ci sarà anche dell’intrattenimento musicale. Ad oggi abbiamo riempito il palazzetto per il 75%, ma contiamo di fare il sold out come a Firenze.”

Il programma

Dal 2014 a Sassari con la vittoria del Banco di Sardegna questa sarà la quinta edizione della Supercoppa con la formula stile “Final Four”. Nelle precedenti occasioni ad alzare il trofeo sono state la Grissin Bon Reggio Emilia e per due anni consecutivi l’Olimpia Milano.

Nel weekend del 29-30 settembre 2018 presso il PalaLeonessa si disputerà la Zurich Connect 2018 tra la Fiat Torino (vincitrice della Coppa Italia), la Dolomiti Energia Trentino (sconfitta 4-2 nelle serie contro l’Armani Exchange in finale playoff), la Germani Basket Brescia (seconda classificata della Final 8) e l’Olimpia Milano (vincitrice dello scudetto 2017-18).

Nella giornata di sabato alle ore 18 scenderanno sul parquet la Fiat Torino contro la Dolomiti Energia Trentino. In serata toccherà all’Olimpia Milano contro i “padroni di casa” della Leonessa.

Domenica alle ore 18 ci sarà la finalissima, nella quale verrà assegnato il primo trofeo stagionale.

I Protagonisti

In rappresentanza della Fiat Torino erano presenti Massimo Feira, amministratore delegato del club piemontese, Paolo Galbiati, uno degli assistenti di coach Larry Brown e David Okeke.

L’AD della Fiat racconta di come l’operazione di Larry Brown abbia avuto uno grande impatto mediatico e di come la passione che si respira per la squadra di pallacanestro unisca i tifosi che il calcio divide. Inoltre si sofferma sulla grande crescita fatta dalla società e su come la Germani Basket Brescia rappresenti un modello da seguire

Paolo Glabiati commenta cosi l’inizio di stagione: “E’ stato un’inizio in salita con tanti infortuni ed alcuni cambiamenti in corso d’opera, ma siamo pronti e vogliamo dire la nostra. Nella mia carriera da vice allenatore sono stato molto fortunato perché ho avuto l’onore di poter lavorare con gente come Scariolo, Peterson, Bucchi, Repesa e Banchi, dai i quali ho preso molto.”

David Okeke non sarà ancora sicuro di esserci visto il piccolo problema che lo ha costretto già nella scorsa stagione a rimanere ai box, ma la speranza è l’ultima a morire:” Spero vivamente che questa situazione  si possa risolvere prima possibile. Rispetto al gruppo dello scorso anno siamo una compagine completamente nuova. Sono sicuro che  ci faremo valere e per farlo dovremo ripartire dal successo a Firenze in Coppa Italia.

A rappresentare la società bianconera c’erano il coach Maurizio Buscaglia Luca Lechtaler

Maurizio Buscaglia con la solita determinazione che lo contraddistingue dichiara: “ Sono molto contento di come stiamo lavorando e della qualità espressa. I giocatori che sono rimasti della hanno grande capacità nel sistema di gioco e sono stati di grande aiuti per l’inserimento di quelli nuovi.”

Luca Lechtaler: “Sto lavorando forte per rientrare il prima possibile. La squadra è cambiata in parte e come ogni anno siamo riusciti a ripartire dal solito zoccolo duro. I nuovi si sono già integrati molto bene e si preannuncia una gran stagione.”

A chiudere la conferenza sono stati i protagonisti delle due squadre della seconda semifinale. Per l’Olimpia Milano erano presententi il presidente  Livio Proli e Massimo Cancellieri, uno degli assistenti di coach Pianigiani, assente giustificato visto il rientro in mattinata dopo il torneo giocato a Zara. Il numero uno biancorossi ha commentato cosi: “ Noi siamo contentissimi di essere l’avversario da battere. Negli ultimi anni nonostante qualche colpo basso, siamo riusciti a vincere qualche trofeo importante. Vogliamo però migliorare il nostro percorso in Eurolega. Abbiamo avuto la fortuna di poter riconfermare ben otto giocatori e lo staff dello scorso anno e questo sarà d’aiuto per noi. Sicuramente sarà una stagione lunga ed impegnativa, nella quale le difficoltà non mancheranno, ma sono sicuro che le supereremo. In Italia vorremmo

Livio Proli: “Noi siamo contentissimi di essere l’avversario da battere. Negli ultimi anni nonostante qualche colpo basso, siamo riusciti a vincere qualche trofeo. Rispetto allo scorso anno abbiamo confermato ben 8 giocatori e lo tutto lo staff tecnico, questo sarà un grosso vantaggio. Sarà una stagione difficilissima ma sapremo reagire davanti alle difficoltà. In Italia l’obbiettivo è quello di conquistare il famigerato “triplete” e in Eurolega di puntare ai playoff. Per quanto riguarda Brescia non ho che elogiarli sia dal punto di vista sportivo, sia da quello societario. Dopo la promozione in A1 sono riusciti a consolidarsi nel nostro campionato in maniera importante. Un plauso va fatto alla città a alla presidentessa Graziella Bragaglio, che è riuscita a portare a termine il progetto del palazzetto. A Milano noi ci abbiamo provato, ma per una serie di motivi non siamo riusciti a concludere il progetto Concludo con il fare i complimenti al tifo bresciano per la correttezza e la passione che ogni domenica dimostra.”

Sulla stessa scia anche Massimo Cancellieri:” Ripartiamo da un importante zoccolo duro e da nuovi innesti di qualità dei quali abbiamo già avuto buone indicazione nell’ultimo torneo giocato a Zara. Viste le finestre con le nazionali non abbiamo avuto tanto tempo per poter creare la giusta solidità, ma quando arrivano competizioni di questo genere gli stimoli ci sono sempre.”

Per la Germani Basket Brescia invece sono intervenuti la presidentessa Graziella Bragaglio, il capitano David Moss e coach Andrea Diana.

Con la solita classe la presidentessa Graziella Bragaglio commenta cosi:” Affrontiamo questa manifestazione con grande serenità, perché il traguardo più importante è stato la realizzazione del PalaLeonessa. Per noi è sintomo di grande gioia. La volontà di vincere è tanta ma non deve essere un’ossessione.”

David Moss: Non è facile affrontare una competizione del genere quando hai cambiato gran parte del roster, ma noi stiamo migliorando settimana dopo settimana.  Giocare contro Milano è sempre emozionante. Sono onorato di essere il capitano di questa bellissima squadra e di poter rappresentare questa solida società dove ogni si cresce.”

Andrea Diana: “Bisogna fare tutto il necessario per vincere e questo è un aspetto che ci accomuna tutti. E’ l’ottavo anno su questa panchina; Abbiamo fatto tanta strada insieme e siamo  cresciuti mano nella mano ed abbiamo sempre alzato l’asticella. In città si respira grande entusiasmo. Milano?  A livello di roster sono cresciuti molto, inoltre sappiamo tutti che ripartire da un zoccolo duro è sempre vantaggioso, ma da parte dei miei giocatori ho visto grande disponibilità. Noi ripartiamo dai tre pilastri della scorsa stagione LucaVitali,  David Moss e Brian Sacchetti.”

Foto: Twitter LBA
Lorenzo Lubrano Radioblabla

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *