Teatro Franco Parenti – IL CANTO DEL COCCODRILLO e L’UOMO SEME Dal 26 febbraio al 3 marzo 2019

Dal 26 febbraio al 3 marzo 2019

IL CANTO DEL COCCODRILLO

ideato e diretto daDaniel Golcon Jacopo Fracasso e Giuseppe Palasciano
produzione Teatro Distinto

Durata: 50 minuti

Nessuno ha mai sentito il canto del coccodrillo… eppure esiste, nel luogo del pensiero dove si vince sulla paura e si è pronti ad ascoltare.”

La Compagnia Teatrodistinto, una delle poche giovani compagnie che ha saputo rivitalizzare il Teatro Ragazzi italiano arriva al Parenti con uno spettacolo coraggioso, delicato e ironico, dedicato ai piccolissimi, dai 6 anni in su. Ognuno di noi ha il proprio coccodrillo. Nasce da dentro. Fa paura crea imbarazzo e qualche volta genera tenerezza. Non si può mostrare, non sa cantare eppure esiste, cresce, cambia. Anche lui ha bisogno di cura, per sentirsi meno solo. Possiamo averne paura e nasconderlo, fingere che non esista e impedirgli di esprimersi, ma inevitabilmente una parte di noi lo amerà, e quando saremo disposti a riconoscerlo potremo permetterci di sentire la sua voce.Il canto del coccodrillo è uno spettacolo di teatro d’oggetto e d’attore: utilizza immagini e azioni per raccontare il mondo emotivo del protagonista, il suo viaggio verso la capacità di amare sé stesso per ciò che è, fino a smettere di fuggire. E con ironia e semplicità, aiuta a comprendere che i limiti e le peculiarità che fanno sentire diversi dagli altri, non sono nemici da combattere ma nuovi canti, che aspettano qualcuno capace di apprezzarli.

COMPAGNIA TEATRO DISTINTO

Una compagnia giovane, tra le poche ad apportare nuovi spunti al Teatro Ragazzi italiano attraverso uno stile personale e preciso, costellato da pochissime parole in rapporto a un tappeto musicale ironico e significante che ha attraversato in modo emozionalmente approfondito tutto l’immaginario dell’infanzia. In “Sogno per crescere”, “Kish-Kush”, “Compagni di banco”, “Cenerentola non abita più qui” e soprattutto ne “La pecora Nera” Daniel Gol e Alessandro Nosotti, sempre in collaborazione con Laura Marchegiani, terza presenza insostituibile della compagnia, utilizzando ancora una volta in senso significante la loro diversissima corporeità narrano con leggerezza, attraverso un coraggioso percorso antinaturalistico, dedicato ai piccolissimi, tutte le possibilità per superare i pregiudizi insiti nell’animo umano.

ORARI
martedì 26 febbraio h 19:30
mercoledì 27 febbraio h 20:15
giovedì 28 febbraio h 20:30
venerdì 1 marzo h 21:00
sabato 2 marzo h 20:00
domenica 3 marzo h 16:45recite scolastiche: mercoledì 27, giovedì 28 febbraio e venerdì 1 marzo ore 10.00

PREZZOIntero > 15€ + prev.

Informazioni
Biglietteriatel. 0259995206biglietteria@teatrofrancoparenti.com

Biglietteria on line
www.teatrofrancoparenti.it
App Teatro Franco Parenti

Ufficio Stampa Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14 – 20135 MilanoTel. 02 59995217
Mail stampa@teatrofrancoparenti.it


Dal 26 febbraio al 3 marzo 2019

L’UOMO SEME

racconto di scena ideato e diretto da Sonia Bergamasco
da L’uomo seme di Violette Ailhaud
(traduzione di Monica Capuani)
drammaturgia musicale a cura di Rodolfo Rossi
e del quartetto vocale Faraualla
con Sonia Bergamasco, Rodolfo Rossi, Loredana Savino, Gabriella Schiavone, Maristella Schiavone, Teresa Vallarella
scene e costumi Barbara Petrecca
luci Cesare Accetta
cura del movimento Elisa Barucchieri
assistente alla regia Mariangela Berardi
costumi realizzati presso la sartoria del Teatro Franco Parenti diretta da Simona Dondoni
produzione Teatro Franco Parenti / Sonia Bergamasco

Durata: 1 ora e 20 minuti

Sonia Bergamasco prosegue la sua esplorazione del femminile attraverso la lingua forte e appassionata di Violette Ailhaud, autrice di uno stupefacente manoscritto. All’indomani della prima guerra mondiale, in un villaggio tra le montagne dell’Alta Provenza, sono morti tutti gli uomini. Il paese è abitato solo da donne e bambini.

Nei racconti delle donne non c’è, o non c’è quasi mai, ciò che siamo abituati a sentire: gente che ammazza eroicamente altra gente e vince o viene sconfitta. E anche se sembra che il tempo presente, tempo di guerra permanente, sia anche il tempo delle donne soldato – curde, americane, israeliane – resta tuttavia la percezione che per entrare nella lingua della guerra “guerreggiata” le leve femminili abbiano la necessità di mascolinizzarsi. Sono altri i racconti femminili, e parlano d’altro. La guerra è raccontata al femminile e ha i propri colori, odori, una sua interpretazione dei fatti ed estensione dei sentimenti. Non ci sono eroi e imprese strabilianti, ma persone reali impegnate nella più disumana delle occupazioni dell’uomo. E a soffrirne non sono solo le persone, ma anche i campi, e gli uccelli, e gli alberi. Ogni cosa che convive con noi su questa terra.” Sonia Bergamasco

SONIA BERGAMASCO

Sonia Bergamasco, attrice e musicista, dopo il debutto nell’Arlecchino dei giovani di Giorgio Strehler lavora con Carmelo Bene, Theodoros Terzopoulos e Massimo Castri ed è regista e interprete di spettacoli in cui l’esperienza musicale si intreccia più profondamente con il teatro. Nel 2014 vince il prestigioso Premio Eleonora Duse.
Al cinema e in televisione ha lavorato, tra gli altri, con Liliana Cavani, Bernardo Bertolucci, Giuseppe Bertolucci e Marco Tullio Giordana. Attualmente è sul grande schermo al fianco di Checco Zalone nel film record di incassi “Quo Vado”.


FARAUALLA
Le Faraualla sono un quartetto che esegue un repertorio di polifonie vocali a cappella. Hanno col tempo approfondito l’uso della voce come strumento musicale, studiandone l’applicazione a sonorità provenienti da luoghi, tempi e culture estremamente differenti tra di loro: Puglia (loro terra d’origine), Corsica, Bulgaria, Tahiti, passando per la musica dei gitani, dei moravi, dell’Ars Nova e della tradizione del Sud Italia. Si sono esibite insieme ad artisti di fama e levatura internazionale: la mongola Sainkho Namtchylak, gli italo-palestinesi Al Darawish, l’americano Bobby McFerrin, gli italiani Daniele Sepe e Lucilla Galeazzi. L’esibizione di Correte Sorelle è stata trasmessa da Rai Radio 3 nell’ambito dei Concerti del Quirinale. Nel “Visto Così Tour”, trasmesso in diretta su Videoitalia Live, si esibiscono anche come soliste. Nella sua carriera il gruppo vocale ha collaborato anche con Peppe Barra, Maria Pia De Vito, Mango, Raiz, Paolo Pietrangeli e i Radiodervish. È stato ospite, prevalentemente in Italia ma anche in Svizzera, Spagna, Portogallo, Polonia e Marocco, di manifestazioni musicali, da festival jazz a rassegne etniche, da trasmissioni radiofoniche a spettacoli-tributo in onore di importanti musicisti (Miriam Makeba, Fabrizio De André fra gli altri).

ORARI
martedì 26 febbraio h 20:00
mercoledì 27 febbraio h 19:45
giovedì 28 febbraio h 21:00
venerdì 1 marzo h 20:00
sabato 2 marzo h 20:30
domenica 3 marzo h 16:15

PREZZO
Prime fileBiglietto unico > 38€ + prev.
Secondo e terzo settore
Intero > 30€ + prev.
Ridotto Over65/under26 >18€ + prev.
Convenzioni* > 21€ + prev.
Quarto settoreIntero > 20€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide per il II, III e IV settore e per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Informazioni
Biglietteriatel. 0259995206biglietteria@teatrofrancoparenti.com
Biglietteria on line
www.teatrofrancoparenti.it
App Teatro Franco Parenti

Ufficio Stampa Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14 – 20135 MilanoTel. 02 59995217
Mail stampa@teatrofrancoparenti.it
Visita la nostra Area Press


Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *