Teatro Franco Parenti – “Lino Guanciale legge le poesie d’amore di Giovanni Testori” lunedì 18 marzo. “E dunque, perchè si fa meraviglia di noi?” dal 19 al 24 marzo 2019. “L’operazione” dal 19 al 31 marzo 2019.

Dal 19 al 24 marzo 2019

SEI. E DUNQUE, PERCHÉ SI FA MERAVIGLIA DI NOI?

drammaturgia e regia Roberto Latini
con PierGiuseppe Di Tanno
musiche e suono Gianluca Misiti
luci e direzione tecnica Max Mugnai
assistenza alla regia Alessandro Porcu
collaborazione tecnica Luca Baldini, Daria Grispino
foto Angelo Maggio
produzione Fortebraccio Teatro
con il sostegno di Armunia Festival Costa degli Etruschi| con il contributo di MiBACT e Regione Emilia-Romagna

Durata: 1 ora

Uno spettacolo decostruito da Sei personaggi in cerca d’autore firmato Roberto Latini, uno dei protagonisti della scena contemporanea italiana. Latini porsegue, dopo Il teatro comico di Carlo Goldoni e Quartett di Heiner Müller la riflessione sulla coscienza del teatro, per un teatro che ammette se stesso e che diventa insieme al mezzo, il fine.

Lo spettacolo ruota attorno alla sensibilità di un solo attore, PierGiuseppe Di Tanno. A circa due metri d’altezza, su di un palco nel palcoscenico e con indosso una maschera che riproduce un teschio, interpreta tutti e sei i personaggi pirandelliani. In scena il conflitto tra finzione e realtà, tra la vita vera e la morte a cui sono destinati i personaggi che chiedono di diventare “vivi”.

Ma se è tutto qui il male! Nelle parole! Abbiamo tutti dentro un mondo di cose; ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci, signore, se nelle parole ch’io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me; mentre, chi le ascolta, inevitabilmente le assume col senso e col valore che hanno per sè, del mondo com’egli l’ha dentro? Crediamo d’intenderci; non c’intendiamo mai!..”(L. Pirandello, Sei personaggi in cerca d’autore)

Note di regia
Torniamo a Pirandello proseguendo da Goldoni.Dopo Il teatro comico, preceduto dal Quartett di Heiner Müller, idealmente proiettati nella riflessione che il teatro contemporaneo aggiunge al suo stesso percorso, fatalmente, inevitabilmente, restiamo nella coscienza del teatro, in un teatro che ammette se stesso e che diventa insieme al mezzo, il fine, contemporaneamente. Quanto ci viene dal Novecento, sento essere fondamentalmente nella consapevolezza del sipario che si apre, di tutti i sipari che abbiamo aggiunto nelle drammaturgie, dinamiche e occasioni sceniche del teatro che abbiamo definito contemporaneo.Presentiamo una nuova tappa di questo percorso, in un lavoro decostruito da Sei personaggi in cerca d’autore e nella sensibilità di un solo attore in scena: PierGiuseppe Di Tanno, che avevo già scelto tra quasi 500 candidati under 35 per un laboratorio/produzione organizzato la scorsa primavera dal festival Orizzonti di Chiusi. Quel progetto è naufragato per l’ottimismo pericoloso del direttore artistico e per l’incoscienza desolante degli amministratori locali. PierGiuseppe è stato il primo che ho scelto, insieme ad altri 7 a cui idealmente vorrei dedicare tutta la fase del lavoro, per quanto mancato, per quanto sospeso, per quanto violentemente interrotto.Sono molto felice, artisticamente e quindi politicamente, di questa occasione, che non potrà certamente supplire all’altro futuro mancato, ma sono certo possa riammetterci al presente sospeso.
Lo facciamo tentando una drammaturgia in forma di scrittura scenica attraversando la condizione metateatrale dei sei personaggi pirandelliani, e per incontrarli nell’epifanica smania che li porta in scena.
La reclamanza, l’urgenza, insieme alla resistenza al palcoscenico, sono la condizione intorno alla quale e dalla quale mi sento di voler muovere.
Quanto tenteremo di fissare, trattenere, sappiamo già essere nella delicatezza del poco e del niente. Questo è davvero quello che mi interessa” Roberto Latini

ORARI
martedì 19 marzo h 20:30; mercoledì 20 marzo h 19:15; giovedì 21 marzo h 20:00; venerdì 22 marzo h 20:30;sabato 23 marzo h 21:00; domenica 24 marzo h 15:45

PREZZOPlatea
Intero > 23,50€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
Galleria
Intero > 18€
Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
* le convenzioni sono valide per platea e galleria, e per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.
I biglietti saranno in vendita a partire dall’1 Agosto sulla nostra biglietteria online.

Dal 19 al 31 marzo 2019

L’OPERAZIONE

testo e regia Rosario Lisma
con Rosario Lisma, Fabrizio Lombardo, Andrea Narsi, Alessio Piazza
e con Gianni Quillico
luci Luigi Biondi
tema musicale Gipo Gurrado
aiuto regista Francesco Traverso
direttore dell’allestimento Alberto Accalai
macchinista Mattia Fontana
attrezzista Alessia Margutti
costumi Neva Viale ripresi da Simona Dondoni
scene costruite presso il laboratorio del Teatro Franco Parenti
si ringrazia Alessia Donadio
produzione Teatro Franco Parenti
in collaborazione con Jacovacci e Busacca

Durata: 1 ora e 40 minuti

Dopo il successo della passata edizione Rosario Lisma torna al Teatro Franco Parenti con L’operazione il tragicomico spettacolo che ironicamente smaschera ipocrisie, illusioni e crudeltà del mestiere precario dell’attore.
Quattro attori, chiusi in uno spazio sotterraneo, come topi operosi, alle prese con le prove di una pièce sulle Brigate Rosse, lavorano, si confrontano, litigano, si confidano, sperano e si deprimono. Si scontrano sulla necessità di “nuove forme” del teatro, sull’utilità o meno della rappresentazione dell’arte, e si convincono reciprocamente che l’unico modo per uscire alla luce del sole è farsi recensire dal critico più potente d’Italia, l’unico che ha davvero il potere di dare senso e consenso al loro lavoro e alle loro vite sommerse.
Esibirsi davanti al famoso critico teatrale, diventa la loro vera ossessione e quando il critico non si presenta alla recita, accecati dal delirio combattente dei personaggi che interpretano, lo sequestrano e lo costringono a vedere lo spettacolo.
Dialoghi frizzanti e gran ritmo per il testo vincitore del Premio Eti 2009.

TOURNÈE

21 febbraio – 24 febbraio
Spazio Diamante – ROMA

28 febbraio – 3 marzo
Spazio Diamante – ROMA

16 marzo
Auditorium di Rho – RHO (MI)

19 marzo – 31 marzo
Teatro Franco Parenti – MILANO

3 aprile
Teatro Comunale Odeon – LUMEZZANE (BS)

ORARI
martedì 19 marzo h 19:30
mercoledì 20 marzo h 20:15
giovedì 21 marzo h 20:30
venerdì 22 marzo h 21:00
sabato 23 marzo h 20:00
domenica 24 marzo h 16:45
martedì 26 marzo h 19:30
mercoledì 27 marzo h 20:15
giovedì 28 marzo h 20:30
venerdì 29 marzo h 20:00
sabato 30 marzo h 20:00
domenica 31 marzo h 16:45

PREZZOIntero > 30€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 18€ + prev.
Convenzioni* > 21€ + prev.
* le convenzioni sono valide per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.
I biglietti saranno in vendita a partire dall’1 Agosto sulla nostra biglietteria online.

PROGETTO TESTORI
Lunedì 18 Marzo h 20:30

Lino Guanciale legge le poesie d’amore di Giovanni TestoriL’amore di Giovanni Testori viene pubblicato nel 1968 da Feltrinelli. Si tratta di un’antologia di poesie scritte tra il 1966 e il 1967.

Una raccolta molto intimista, in cui lo scrittore lombardo si misura con l’ amore come sentimento totalizzante e incondizionato. Amore degli uomini e delle donne, carnale ma anche immortale. Parlare d’amore con l’audacia linguistica di un autore scultore di immagini come Testori.


Biografia
Lino Guanciale nasce ad Avezzano il 21 maggio 1979. Si diploma nel 2003 presso l’Accademia nazionale d’arte drammatica di Roma. Tra i nomi del palcoscenico italiano con cui ha collaborato ci sono: Franco Branciaroli, Luca Ronconi, Walter Le Moli, Massimo Popolizio, Claudio Longhi, Giampiero Solari e Michele Placido, che dopo averlo diretto in Fontamara lo chiama ad interpretare Nunzio, uno dei personaggi del film Vallanzasca – Gli angeli del male. Nel 2009 debutta al cinema con Io, Don Giovanni di Carlos Saura. Nel 2011 esordisce in televisione con la fiction Il segreto dell’acqua, trasmessa su Rai 1. Dal 2013 al 2017 ha ricoperto il ruolo dell’avvocato Guido Corsi nella serie televisiva Che Dio ci aiuti. Nel 2016 vince il Premio Civiltà dei Marsi per la sezione Teatro e Fiction TV, il Premio Flaiano per l’Abruzzo e il Premio come migliore attore di fiction al Magna Graecia Film Festival. Nel 2017 è protagonista della serie poliziesca-fantastica La porta rossa, trasmessa da Rai 2. Nel 2018 è vincitore del premio ANCT per il suo ruolo nello spettacolo teatrale La classe operaia va in paradiso e, sempre per lo stesso ruolo nel medesimo spettacolo, vince anche il premio Ubu.

PREZZO
Intero > 25€ + prev.
Ridotto Under26/Over65 > 18€ + prev.

Informazioni
Biglietteriatel. 0259995206biglietteria@teatrofrancoparenti.com

Biglietteria on line
www.teatrofrancoparenti.it
App Teatro Franco Parenti

Ufficio Stampa Teatro Franco ParentiVia Pier Lombardo 14 – 20135 MilanoTel. 02 59995217
Mail stampa@teatrofrancoparenti.it


Visita la nostra Area Press

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *