“Torna a Casa, Jimi!” – Recensione in Anteprima. Al Cinema dal 18 Aprile 2019

“Torna a Casa, Jimi!” – Recensione in Anteprima. Al Cinema dal 18 Aprile 2019
Secondo la legge, nessun animale, pianta o prodotto può passare tramite il confine Cipro / Turco che divide la città di Nicosia. Il cane Jimi passa dall’altra parte accidentalmente e i problemi che Yiannis dovrà affrontare per riportarlo a casa saranno davvero tantissimi visto che ormai il piccolo Jimi è diventato….. “merce di contrabbando”.
La pellicola di Marios Piperides inizia e prosegue per più di metà film come una commedia degli equivoci su un uomo un po’ casinista e inconcludente che cerca di salvare il suo cane ma non fa altro che creare sempre più problemi. Piani piano che il film procede e sopratutto “i complici” di Yiannis aumentano il film sostituisce le risate derivanti da situazioni paradossali con quelle legate a situazioni politiche. In particolare la situazione Greco / Turco viene messa in scena da piccoli monologhi simpatici e pungenti. In effetti l’unico problema del film è che non spinge in tal senso, non diventa mai davvero cattivo e il sotto testo socio-politico rimane solo accennato e mai “graffiante”.
Questo è certamente un modo per rendere il film più simpatico e scorrevole a noi spettatori facendoci divertire senza tanti pensieri. Il film procede senza problemi o intoppi e pian piano siamo sempre più coinvolti dall’odissea di Yiannis e i suoi amici. Bisognerebbe andare a vedere di più questi film che raccontano di paesi meno conosciuti, di problematiche a noi poco note e di situazioni più semplici e meno roboanti.
Andrea Arcuri Radioblabla

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *