Teatro Franco Parenti – Tango glaciale reloaded (1982 – 2018) in scena dal 15 al 19 maggio 2019 – Kaddish in scena dal 16 al 30 maggio 2019

Sala Grande

Dal 15 al 19 maggio 2019

TANGO GLACIALE RELOADED (1982 – 2018)

progetto, scene e regia Mario Martone
riallestimento a cura di 
Raffaele Di Florio e Anna Redi
elaborazioni videografiche 
Alessandro Papa
con 
Jozef Gjura, Giulia OdettoFilippo Porro
interventi pittorici/design 
Lino Fiorito
ambientazioni grafiche/cartoons 
Daniele Bigliardo
parti cinematografiche/aiuto–regia 
Angelo CurtiPasquale Mari
elaborazione della colonna sonora 
Daghi Rondanini
costumi 
Ernesto Esposito
testi Mario Martone, Tomas Arana, Lorenzo Mango, Saffo, Bow Wow Wow, Joseph Beuys, Der Blau Engel

produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto
riallestimento nell’ambito del Progetto RIC.CI Reconstruction Italian Contemporary Choreography Anni Ottanta/Novanta (Ideazione e direzione artistica Marinella Guatterini)
in coproduzione con Fondazione Ravenna Manifestazioni
con il sostegno di Torinodanza festival | Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale
in collaborazione con Amat – Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Fondazione Fabbrica Europa per le arti contemporanee, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura, Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Fondazione Milano – Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi”

Durata: 1 ora

Nel 1982, debuttò Tango Glaciale, uno degli spettacoli più belli, coinvolgenti, intensi di quella straordinaria stagione che vedeva una generazione intera, in Italia, rimettersi in movimento. Cinema, musica, teatro, arte, realtà piccole e vivaci, fatte da ventenni per altri ventenni, sperimentavano linguaggi nuovi, mescolavano linguaggi diversi.
Falso Movimento, il collettivo che in quegli anni cambiava la storia della sperimentazione italiana, presentò Tango Glaciale, la regia era di Mario Martone e in scena c’erano Andrea Renzi, Tomas Arana e Licia Maglietta.
Dopo trentacinque anni Martone ripropone lo spettacolo, non c’è nostalgia, è come attivare “una macchina del tempo” reloaded, ovvero “ricaricata” da Anna Redi e Raffaele Di Florio su tre giovani danzatori che nel 1982 non erano neanche nati.
Tre abitanti attraversano una casa; dal salotto alla cucina, dal tetto al giardino, dalla piscina al bagno: un’avventura domestica che si trasforma continuamente proiettandosi nel tempo e nello spazio. Un percorso costruito per quadri come fosse un viaggio figurale dall’esterno all’interno di un’abitazione e allo stesso tempo un viaggio figurato dall’ordinario al fantastico, dal fumetto all’immagine tout court, dalla musica al suono, dal gesto al movimento, dal canone alla sua rottura. La meccanica visiva dello spettacolo è composta da un sistema di architetture di luce; una griglia spaziale crea dodici ambienti per dodici diverse scenografie.
Tango Glaciale Reloaded è un universo di ritmica freschezza generato da una cascata di immagini, musiche non solo pop e jazz, danze e azioni/citazioni. A sorpresa, questo postmoderno anni Ottanta, in una vertigine temporale, ci catapulta ancora nel futuro.


ORARI
mercoledì 15 maggio h 19:45 giovedì 16 maggio h 21:00 venerdì 17 maggio h 21:00
sabato 18 maggio h 20:30 domenica 19 maggio h 16:15

PREZZO
Prime file
Biglietto unico > 38€ + prev.
Secondo e terzo settore
Intero > 30€ + prev.
Ridotto Over65/under26 >18€ + prev.
Convenzioni* > 21€ + prev.
Quarto settore
Intero > 20€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide per il II, III e IV settore e per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Sala AcomeA

Dal 16 al 30 maggio 2019

KADDISH

testi Allen Ginsberg
traduzione
Luca Fontana
con
Ferdinando Bruni
regia e video
Francesco Frongia
musiche
Giovara/Giaccone
produzione
Teatro dell’Elfo

Durata: 1 ora

Teatro e poesia. Un binomio che Ferdinando Bruni ha già sperimentato in spettacoli come Una stagione all’inferno, Una serie di stravaganti vicende, rimasti nella memoria di moltispettatori. Dopo Rimbaud, Salinas e Poe, Bruni si mette alla prova con le parole di Allen Ginsberg, autore dallo stile anticonformista, non aulico e intimistico che riuscì, forse, a trarre i risultat ipiù puri e interessanti dell’esperienza della “Beat Generation”. Kaddish, testo in cui il poeta ha messo a nudo la propria anima, è una meditazione sulla morte della madre dell’autore scritta sotto l’effetto di anfetamine. La poesia di Ginsberg trova espressione in un verso che prende a modello la cadenza delle libere variazioni jazz di Charlie Parker, del bebop e della ritualità ebraica. Ginsberg stesso parla, a proposito dei suoi testi, di vocalizzazione musicale, canzoni, poesie sonore capaci di offrirsi “come qualcosa da utilizzare per la propria vita”. Bruni asseconda la struttura poetica originaria, il variopinto gioco vocale, l’intensità dell’iterazione, le ossessioni visionarie della poesia di Ginsberg fondendole alla ricerca di un nuovo spazio per la comunicazione che ridia senso, valore e peso alle parole, sottraendole all’usura della banalità quotidiana.

ORARI
martedì h 20:30 mercoledì h 19:15 giovedì h 20:00
venerdì h 20:30 sabato h 21:00 domenica h 15:45

PREZZO
Prime file
Biglietto unico > 38€ + prev.
Platea
Intero > 30€ + prev.
Ridotto Over65/under26 > 18€ + prev.
Convenzioni* > 21€ + prev.
Galleria
Intero > 20€ + prev.

Ridotto Over65/under26 > 15€ + prev.
Convenzioni* > 18€ + prev.
* le convenzioni sono valide per platea e galleria, e per tutti i giorni, esclusi venerdì e sabato.

Informazioni
Biglietteria
tel. 0259995206
biglietteria@teatrofrancoparenti.com

Biglietteria on line
www.teatrofrancoparenti.it
App Teatro Franco Parenti

Ufficio Stampa Teatro Franco Parenti
Via Pier Lombardo 14 – 20135 Milano
Tel. 02 59995219/217
Mail stampa@teatrofrancoparenti.it

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *