“Yesterday” – Recensione in Anteprima. Al cinema dal 27 Settembre 2019

Yesterday”

Recensione in Anteprima.

Al cinema dal 27 Settembre 2019

Guardando la carriera del regista Danny Boyle si notano pellicole molto diverse tra loro ma sempre con la voglia di sperimentare sia con storie d’avventura, fantascienza ma anche di racconti di personaggi borderline. In ogni sua pellicola è sempre riuscito a metterci il suo stile particolare a livello tecnico magari calcando la mano in maniera differente a seconda del contesto. Certo la storia di “Yesterday” si presenta meno estrema su certi aspetti ma sicuramente lo è in altri e anche questa volta DannyBoyleci mette del suo per rendere uno spunto divertente e tutto sommato romantico qualcosa di originale e distinguibile da tanti altri.

Subito dopo uno strano blackout che ha colpito il mondo intero il giovane musicista Jack scopre che nessuno si ricorda del gruppo “The Beatles” e delle loro meravigliose canzoni, tutti tranne lui. L’occasione è davvero troppo particolare per non sfruttarla e quindi Jack si ritrova a riscrivere e pubblicare tutti i loro brani…con il successo che ne consegue.

Bisogna precisare che alla scrittura c’è Richard Curtis che ha scritto sceneggiature come “I Love Radio Rock” e “Love Actually” e unire la dolcezza, la comicità british e il ritmo narrativo di questo autore con l’estro scenico e particolare di Boyle è stata una mossa azzardata ma vincente. Certo, come detto in precedenza questo film è meno appropriato per permettere al regista di dare sfoggio completo delle sue particolarità tecniche ma quelle poche che si vedono son ben incastrate e funzionali.

Tecnicismi a parte in definitiva il film riesce a essere quello vuole e tratta l’idea iniziare come se fosse un ostacolo alla tipica commedia sentimentale tra due persone e porta vanti il tipico insegnamento che dice “non volere troppo, guarda bene cosa hai davanti” ma tutto quello che c’è nel mezzo cioè la parte romantica, le situazioni simpatiche e ironiche fanno la differenza e il film risulta alla fine piacevole e divertente.

Andrea Arcuri Radioblabla

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *