Breve guida per attraversare l’inferno – Emilio Scarselli. Recensione

Breve guida per attraversare l’inferno
Emilio Scarselli.
Recensione
Una storia che può avere un’apparenza prevedibile e scontata ma che invece deve fare riflettere. Si parla di punti deboli e si sa che, quando si viene al mondo, si è già in competizione con il resto del mondo.

Se poi, alla nascita, ci si mette la sfortuna, ecco che non si ha nemmeno il diritto di gareggiare alla pari con gli altri, ma si viene messi alla berlina e si è costretti a lottare il doppio partendo dalle retrovie. Il protagonista, poi, pensa che il suo nome di battesimo, Zeno, sia un’ulteriore condanna ricevuta dalla Sorte in quanto, a suo dire, può risultare facile l’equazione “ZENO uguale ZERO”.

In realtà, l’equazione, o meglio, la disequazione dovrebbe rapportare Zeno Brezza (eroe di questa “Guida”) con Zeno Cosini de “La Coscienza di Zeno”: lo stesso Brezza è consapevole del suo predecessore ed elabora alcune riflessioni al riguardo. Ma a differenza di lui, quintessenza dell’inetto, il Brezza acquisisce la consapevolezza di un potere catartico per sé ma soprattutto per gli altri. Se Zeno Cosini si lascia aggredire dagli eventi e solo per caso riesce ad acquisire una parvenza di vita dignitosa, Zeno Brezza è colui che si mette a cavallo della vita per cambiare il proprio destino ma anche quello degli altri.

Al di là di una trama che può presentarsi un po’ manichea e allo stesso tempo con tracce di melodramma, al di là di quegli aspetti surreali che condiscono la storia (e che magari a qualcuno risultano indigesti), il messaggio su cui il lettore deve meditare concretamente riguarda specialmente il fatto che da una criticità possa nascere un punto di forza o forse IL punto di forza del nostro vivere.

Scarselli quindi invita il suo pubblico a lavorare su se stessi per trasformare in positivo quegli elementi che in noi non lo sono assolutamente, in modo da renderli inattaccabili se non addirittura armi con cui aggredire chi è veramente nostro nemico.

 

Enrico Redaelli Blabla news

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *