Il Cinemino augura buone vacanze! Riapertura dal 22 agosto con tanti film e iniziative | Anticipazioni

Il Cinemino da oggi si prende una pausa. Tempo di riposo e bilanci. E’ stata una stagione di alti (molto alti) e bassi (molto bassi) e se siamo riusciti a mantenere un equilibrio è grazie a tutti i nostri soci e alla stampa che ci hanno costantemente seguito in tutte le nostre iniziative. Lo staff del Cinemino augura a tutti una buona estate e buon riposo che a fine agosto, dal 22, torniamo con tante iniziative e grandi film!

 

Il Cinemino va in vacanza.

La programmazione riprenderà più ricca che mai giovedì 22 agosto

con anteprime, restauri, incontri, grandi film e collaborazioni con

Il Tempo delle Donne, Milano Bike City, Milano Movie Week

 

Ecco qualche anticipazione:

In programmazione da giovedì 22 agosto in anteprima e in esclusiva per Milano:

Lola Pater di Nadir Moknèche (Francia/Belgio, 95’, 2017 – Festival di Locarno)

Alla morte di sua madre, il parigino Zino decide di partire alla ricerca di suo padre Farid, che ha abbandonato la famiglia 25 anni prima. Ma nel frattempo Farid è diventato Lola (una straordinaria Fanny Ardant), insegna danza classica e vive con sua moglie.

Sabato 24 agosto il regista francese di origini algerine Moknèche introdurrà il film e dialogherà con il pubblico in sala tramite collegamento Skype. La proiezione di martedì 27 agosto sarà presentata da Martu Palvarini, attivista LGBITQ ed editrice di Asterisco Edizioni.

Mercoledì 28 agosto ore 21.15

“Blu Venezia: Kieslowsky a 25 anni dal Leone d’Oro”

Tre colori – Film blu di Krzysztof Kieślowski (Francia/Polonia, 95’,1993)

In occasione del 25° Anniversario della Trilogia dei Colori di Krzysztof Kieślowski il Cinemino propone a partire dal 28 agosto un Omaggio al grande regista e scrittore polacco premiato con il Leone d’Oro a Venezia 50. Tre colori: Film blusarà introdotto da Francesco Cataluccio, saggista, scrittore esperto dei paesi dell’Europa Orientale e curatore degli eventi culturali dei Frigoriferi Milanesi. Nei giorni successivi l’omaggio al regista continuerà con l’intera trilogia dei colori (Film blu, Film bianco e Film rosso) e con La doppia vita di Veronica.

Tornano ora di grande attualità i tre film dedicati ai colori della bandiera francese ispirati agli ideali di libertà, uguaglianza e fraternità proclamati principi fondanti ed essenziali per la civiltà europea, ma l’analisi è quella del rapporto profondo (quasi psicanalitico) di questi principi nell’animo delle persone che gli attori rappresentano, piuttosto che nelle implicazioni sociopolitiche. L’umanesimo e e il senso di umanità e partecipazione auspicati di Kieślowski diventano mai come in questo momento estremamente necessari per dare un senso al nostro presente.

L’iniziativa è realizzata con il Patrocinio del Consolato Gen. della Repubblica di Polonia in Milano.

In programmazione da giovedì 29 agosto

The Rider di Chloé Zhao (Stati Uniti, 103’, 2018)

Miglior film dell’anno secondo la National Society of Film Critics, prende spunto dalla storia vera di Brady Jandreau, un giovane indiano, promessa del rodeo americano. La sua carriera subisce una battuta d’arresto a causa di una brutta caduta da cavallo. Tornato a casa da un padre schiavo del gioco d’azzardo e dalla sorella afflitta dalla Sindrome di Asperger, il ragazzo cerca di capire cosa fare della sua vita: seguire i propri sogni rischiando di morire, o adattarsi a un’esistenza che non sente sua?

Lunedì 2 Settembre ore 18 e ore 21.15

Elio Germano presenta in anteprima milanese Segnale d’Allarme – La mia Battaglia VR.

Dopo la presentazione al Festival di Venezia, approda in anteprima milanese lo spettacolo cinematografico in VR realizzato da Elio Germano e Omar Rashid, che saranno presenti in sala. Lo spettacolo è la trasposizione in realtà virtuale de “La Mia Battaglia”, il monologo teatrale scritto a quattro mani da Elio Germano e Chiara Lagani e portato in scena da Germano stesso, per parlare della nostra epoca. L’opera conduce lo spettatore a interrogarsi sulla realtà attuale e immaginare possibili scenari futuri. Grazie ai visori gli spettatori potranno immergersi in un’esperienza di realtà virtuale, diventando parte dell’opera teatrale e interagendo con il protagonista.

Mercoledì 4 settembre dalle 14.30

“Simenon30”

In occasione delle celebrazioni sul trentennale dalla morte di George Simenon, il Cinemino propone

Maigret e il caso Saint-Fiacre di Jean Delannoy (1959), Panique di Julien Duvivier (1946), La camera azzurra di Mathieu Amalric (2014).

Omaggio realizzato in collaborazione con Frigoriferi Milanesi e Adelphi.

Giovedì 5 settembre ore 21.15

La regista Michela Occhipinti presenta Il Corpo della sposa (Italia, 94’, 2019)

Ambientato in un’inedita Mauritania, il film racconta la storia di Verida, una ragazza moderna che lavora in un salone di bellezza, frequenta i social network, si diverte con le amiche. Quando la famiglia sceglie per lei un futuro sposo, Verida – come molte sue coetanee – si vede costretta a prendere peso per raggiungere l’ideale di bellezza e lo status sociale che la tradizione del suo Paese le impone.

Serata evento nell’ambito del programma IL TEMPO DELLE DONNE.

Domenica 8 Settembre ore 21.15

Valentina Nappi e Monica Strambini presentano Io sono Valentina Nappi (Italia, 50’, 2018)

Modera la giornalista Greta Sclaunich.

Il documentario segue Valentina Nappi nel corso di una notte apparentemente come tante: rimasta sola in una città che non è la sua, ospite per una notte nello studio di un artista, Valentina manda un messaggio a Lorenzo e, nell’attesa che la raggiunga, si spoglia, mette su un disco, curiosa in giro, aspetta. Quando Lorenzo arriva, deve ancora cenare. Chiacchierano mentre lui mangia il suo hamburger. Hanno opinioni diverse sulla complicità tra sesso e cibo. Poi finalmente si spogliano, si baciano, ridono. Si sono mancati. Sono amanti, hanno vent’anni, fanno l’amore a lungo fino ad addormentarsi.

Serata evento in collaborazione con la 27°Ora del Corriere della Sera.

ATTENZIONE: la proiezione è rigorosamente vietata ai minori di 18 anni

Mercoledì 11 settembre, ore 19.50 (e successive repliche)

“I più buoni di tutti – I piccoli eroi del grande Neorealismo Italiano: Pasolini, De Sica, Zavattini”

Uccellacci e Uccellini di Pierpaolo Pasolini (Italia, 85’, 1966)

A 25 anni dalla scomparsa, Il Cinemino rende omaggio a Domenico Modugno riproponendo il film dove interpreta con la sua voce indimenticabile la canzone dei titoli di testa e di coda.

Sabato 14 settembre, ore 12.10 (e successive repliche)

“I più buoni di tutti – I piccoli eroi del grande Neorealismo Italiano: Pasolini, De Sica, Zavattini”

Ladri di biciclette di Vittorio De Sica (Italia, 93’, 1948 – edizione restaurata da Cineteca di Bologna)

La proiezione rientra nell’ambito di MILANO BIKE CITY

Martedì 17 settembre, ore 21.15 (e successive repliche)

“I più buoni di tutti – I piccoli eroi del grande Neorealismo Italiano: Pasolini, De Sica, Zavattini”

Miracolo a Milano di Vittorio De Sica (Italia, 100’, 1951)

Serata evento in occasione della MILANO MOVIE WEEK, introducono la proiezione Palazzini, Raimondi e Veronesi Carbone, autori de “Il Cinema racconta Milano” (Ed Unicopli).

Restauro realizzato dal laboratorio L’Immagine Ritrovata ee promosso da Fondazione Cineteca di Bologna e Compass Film in collaborazione con Mediaset, Infinity, Artur Cohn e Variety Communications.

Il Cinemino è un cineclub e l’ingresso in sala è riservato ai soci.

Si ricorda che NON è possibile fare la tessera al momento: si consiglia di richiederla almeno il giorno precedente, compilando il modulo sul sito www.ilcinemino.it.

Cineclub Il Cinemino

Via Seneca 6 – Milano

Tel. 02 35948722

L’accesso in sala è consentito solo ai soci

Info e orari: www.ilcinemino.it

 

Come arrivare

MM3 Porta Romana

Tram 9 Viale Montenero – Via Pier Lombardo

Bus 62 Piazzale Libia

Mappa: https://goo.gl/maps/v1tqsotkcKp

 

Ufficio Stampa – Arianna Monteverdi

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *