IL TERZO TOWER DEL RED BULL FACTIONS È IN ARCHIVIO 

IL TERZO TOWER DEL RED BULL FACTIONS È IN ARCHIVIO 

 

Restano solo due turni di qualificazione prima del grande evento finale che decreterà il nuovo team campione del Red Bull Factions. Nel frattempo, si è svolto il terzo dei cinque Tower previsti in calendario. La sorpresa della settimana sono stati gli Adriatic Wolves, team emergente che è riuscito a trionfare sui favoriti della competizione e a impossessarsi così della torre, togliendo il dominio ai QLASH Forge

Milano, 25 novembre 2019 – Mancano poche settimane, e due turni di Tower ancora da disputare, prima del grande evento finale del Red Bull Factions, il prestigioso torneo dedicato a League of Legends, il videogame più giocato al mondo che ha fatto incetta di premi ai recenti Esports Awards, incluso il premio per il ‘Gioco Esport dell’anno’.

La conquista della torre per questa settimana va, in maniera del tutto inaspettata, agli Adriatic Wolves, un team emergente che è riuscito a battere le squadre più quotate e a imporre il proprio dominio, anche se solo momentaneamente. Con il terzo dei cinque turni di qualificazione per la finale appena concluso, la classifica provvisoria vede comunque in testa i QLASH Forge, seguiti da MOBA ROG e Outplayed, ma la situazione potrebbe ribaltarsi nel corso dei prossimi appuntamenti.

Con centinaia di partecipanti in live e oltre 50 mila spettatori all’attivo nelle trasmissioni in diretta streaming, il Red Bull Factions è diventato uno degli eventi esport più attesi della stagione. Un grande classico capace di rinnovarsi anno dopo anno introducendo nuove modalità di gioco sempre più coinvolgenti per coloro che assistono allo spettacolo e sempre più sfidanti per chi invece è chiamato a disputare il torneo sul celebre videogame appartenente al genere MOBA –Multiplayer Online Battle Arena-.

Inoltre, con il nuovo formato denominato The Tower, la competizione diventa ancora più entusiasmante: un’introduzione che si va ad aggiungere al già collaudato sistema delle fazioni alla base del Red Bull Factions. Quest’ultimo prevede che, durante la scelta del Campione da utilizzare, invece di effettuare il classico ban dei singoli eroi, si vadano a escludere intere fazioni composte dai personaggi di League of Legends. Una metodologia di gioco che rende la sfida ancora più interessante e che, dopo quattro anni, i fan hanno ormai imparato a conoscere e ad amare.

Tiziana Ena – PBU & Marketing Manager Acer Italy – non a caso conferma: ”Siamo lieti di annunciare che anche quest’anno ci sarà Predator, il brand di Acer dedicato agli hardcore gamer, a supportare la finale dei Red Bull Factions. Per l’occasione i finalisti si sfideranno con i migliori prodotti della gamma Predator, dotati di tecnologie all’avanguardia. In particolare, i pro combatteranno sui Predator Orion 3000 – potenti desktop caratterizzati da linee eleganti e da un’ottima dissipazione del calore grazie ad un flusso d’aria che attraversa tutto il telaio. I monitor Predator Serie XB1, dotati della più recente tecnologia Nvidia® G-SYNC™, offriranno agli atleti esport un vantaggio competitivo per l’impressionante qualità delle immagini e alla grafica estremamente fluida.

I biglietti per l’evento finale del Red Bull Factions sono già disponibili per l’acquisto nella sezione dedicata del sito ufficiale Red Bull:  www.redbull.com/factionsPer tutti quelli che non potranno partecipare in prima persona, l’evento finale sarà comunque trasmesso in diretta streaming sul canale ufficiale Twitch di Red Bull.

 

Ufficio Stampa – Alessandra Minuz

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *