“Sonic – Il Film”. Recensione in Anteprima. Al Cinema dal 13 Febbraio 2020

“Sonic – Il Film”

 

Recensione in Anteprima.

 

Al Cinema dal 13 Febbraio 2020

Cerchiamo di evitare di dilungarci troppo su discorsi polemici che hanno costretto un rimando di quasi un anno del film. Per farla breve la produzione è stata costretta a rifare completamente il look del protagonista perché tutti sono rimasti profondamente scontenti, dopo l’uscita del primo trailer, dove si mostrava Sonic con un’estetica troppo…..antropomorfa.
Il film riprende quello stile di prodotti per famiglie come sono stati “Alvin Superstar”, “I Puffi” e tanti altri sperando che abbia la stessa fortuna e consenso da parte del pubblico certo è che il rinvio e il conseguente aumento di budget lo rendono un film che parte già in svantaggio.

Quello che ne viene fuori è un film godibile per la famiglia e per tutti coloro che ricordano in maniera nostalgica questo famoso personaggio nato sulla console SEGA nel lontano 1991. Una storia che usa le caratteristiche del personaggio e il suo contrasto con il Dottor Robotnik interpretato da un ritrovato e istrionico Jim Carrey inoltre per poter creare un film ibrido live-action si è anche dovuta costruire una storia tutta nuova che introducesse esseri umani. Nulla di particolarmente divertente ma il film vive delle tantissime corse del personaggio (appunta una sua specifica caratteristica), delle battute per i più piccoli e delle facce buffe di Jim Carrey.

La nuova versione di Sonic è molto più simpatica e conquisterà certamente i più piccoli e in definitiva il film invece di puntare sull’effetto nostalgia per quelli nati tra gli anni ’80 e ’90 decide di ripercorrere la scia di quei prodotti live-action per i più piccoli. Inoltre la presenza scenica di Jim Carrey non delude mai e nonostante siano passati anni dai suoi lavori più iconici ancora non ha perso un briciolo di simpatia e di forza nel creare personaggi indimenticabili e sopra le righe. Molto interessanti i contrasti di valori tra Sonic e il Dottor Robotnik che riescono cosi a creare lo scontro tra questi due personaggi ma anche tra valori uguali e opposti anche se vengono semplicemente accennati e mai sviluppati. Certo il film è destinato ad un pubblico di molto giovani e quindi i nostalgici ritroveranno poco del tanto amato Sonic, molte situazioni sono classiche e riciclate e dubito vada a creare tanto interesse e seguito da avere il via libera per un secondo capito.

Andrea Arcuri BlaBla News

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *