GHOST IL MUSICAL. Recensione

GHOST

IL MUSICAL

Recensione

 

Può capitare che guardando un film tratto dall’omonimo libro, si rimanga delusi o non completamente soddisfatti, per via della sintesi che rispetto al libro, il film deve avere. O magari perché lo stesso, non ha saputo descrivere a pieno con le immagini, quanto scritto su carta.

Può anche capitare che trasformando un film in un musical, il risultato sia identico a quello sopra descritto, pur mantenendo la giusta trasposizione della pellicola, affidando però le sorti all’interpretazione teatrale.

In merito a questo un elogio a tutti gli attori, appassionati e coinvolti, che fino al primo marzo, replicheranno al Teatro degli Arcimboldi di Milano lo spettacolo “GHOST – IL MUSICAL”, tratto dall’omonimo film; un cast come dicevamo impegnato, in una recita che però non riesce a trasmettere le stesse emozioni del film, complice anche un impianto audio, almeno per il parlato, assolutamente non all’altezza. Per la colonna sonora invece le cose vanno meglio, con un valore aggiunto permesso  dagli arrangiamenti di Dave Stewart e Glen Ballard, mentre assolutamente in evidenza sono gli affetti speciali, quelli che non ti aspetti a teatro: complimenti sinceri a Paolo Carta, davvero capace di stupire!

Nell’insieme comunque uno spettacolo piacevole, a tratti dinamico e divertente, ma un po’ lontano dalle emozioni che ci si aspetta. Forse, se non si conoscesse il “movie” – datato anni 90 – la critica sarebbe leggermente diversa, ma anche in quel caso dal teatro non si uscirebbe con gli occhi lucidi: per quelli, può ancora bastare il divano di casa…

 

Mario De Angelis BlaBla News

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *