Zurich Connect F8 2020 – Milano e Venezia volano in semifinale, battute Cremona e Virtus Bologna

Zurich Connect F8 2020 – Milano e Venezia volano in semifinale, battute Cremona e Virtus Bologna 

Nella prima giornata della manifestazione, sono Milano e Venezia ad avere la meglio e conquistare il pass per le semifinali. 

AX Armani Exchange Milano – Vanoli Cremona 86-62 (28-12; 44-31; 60-51)

L’AX Armani Exchange Milano parte subito con la faccia giusta e in un amen, propizia un break di 10-0, forzando la sospensione in casa Vanoli Cremona. Milano non ne vuole proprio sapere e con una tripla di Vlado Micov, allunga sul 23-4. Il primo quarto si chiude sul 28-12 in favore dei biancorossi.

Inizio di seconda frazione, favorevole ai cremonesi che con due triple di Jordan Mathews, accorciano sul -10 (28-18). Gli uomini di Sacchetti riescono addirittura ad arrivare a -5, ma i milanesi ritrovano fiducia in attacco e ritoccano la doppia cifra di vantaggio, allungando all’intervallo lungo sul 44-31.

Nel terzo periodo, l’Olimpia Milano prova a gestire il vantaggio del primo tempo, ma gli avversari non ci stanno e nuovamente con un ispirato Mathews dalla lunga distanza, rimangono in partita, chiudendo al 30’ sul -9 (60-51).

I milanesi, cominciano in modo ben diverso l’ultimo quarto e con un parziale di 13-2, provano la fuga sul 73-53, con un comodo appoggio di Brooks. I ragazzi di coach Messina, hanno poi solo il dovere di amministrare il vantaggio. Il match si conclude con il punteggio di 86-62 in favore dell’Olimpia Milano che si aggiudica così il pass per la semifinale di sabato.

Segafredo Virtus Bologna – Umana Reyer Venezia 81-82 D.T. S (11-21; 32-37; 47-50; 68-68) 

Inizio scoppiettante da parte di Venezia, che in pochi minuti allunga nel punteggio con un 0-11 di parziale. I lagunari continuano a macinare punti e il divario aumenta sul +14 (6-20), dopo un canestro sotto canestro di Vidmar. I primi 10’, si chiudono sul punteggio di 11-21 in favore degli uomini di coach De Raffaele.

Nel secondo periodo, le V nere giocano con un piglio totalmente diverso e con un break di 11- 4, accorciano il gap sul 22-25. Venezia, però prova a scuotersi e con un paio di fiammate di De Nicolao, riprova ad allungare. Si va all’intervallo lungo con i bianconeri sotto solo di cinque lunghezze (32-37).

Nella prima parte della ripresa, Bologna impatta sul prima 42 pari e poi firma il sorpasso con Weems per il 44-42. Al 30’, è pero l’Umana Reyer Venezia ad essere avanti con l’1/2 dalla lunetta di Widmar che vale il 47-50.

Nell’ultimo quarto, la partita rimane molto entusiasmante, con le due squadre che non mollano e si rispondono colpo su colpo. Nel finale succede di tutto, ma il tabellone dice 68- 68. Si va all’overtime. Nel supplementare è Venezia ad avere la meglio sulla Virtù Bologna. Il finale è 81-82, in favore dei lagunari, con il canestro decisivo di Austin Daye.

Lorenzo Lubrano BlaBla News

Fonte foto: Twitter LBA 

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *