Milano e Fortitudo vanno k.o, la finale sarà Venezia – Brindisi

Milano e Fortitudo vanno k.o, la finale sarà Venezia – Brindisi

Nella terza giornata di questo evento, l’Umana Reyer Venezia e la Happy Casa Brindisi vincono contro l’AX Armani Exchange Milano e la Fortitudo Bologna ed accedono alla finalissima.

 
AX ARMANI EXCHANGE MILANO – UMANA REYER VENEZIA 63-67 (22-15; 31-29; 44-54)
 
Il Primo Tempo: Buon avvio dell’Olimpia Milano con il duo Tarczewski- Scola e dopo i primi 5’, il punteggio dice 13-7 per i milanesi. Il buon momento dei milanesi non si placa e con una tripla di capitan Cinciarini, Milano allunga sul 22-10. L’Umana Reyer Venezia, però non molla e con una tripla di Bramos, chiude al 10’ sotto di sette (22-15).

Nel secondo quarto, il match diventa equilibrato, con i lagunari che riescono a ridurre il gap sul -2 con un 2+1 di Austin Daye per il 29-27. Al 20’, il tabellone dice 31-29 in favore di Milano.

Il Secondo Tempo: Nella terza frazione, Venezia macina ancora punti e firma il sorpasso, allungando sul +4 (37-41) con una schiacciata di Watt, che obbliga coach Ettore Messina a chiamare timeout. Sulle ali dell’entusiasmo, i campioni d’Italia ne approfittano per toccare le dieci lunghezze di vantaggio (44-54) al 30′.

Nell’ultimo quarto, l’AX Armani Exchange Milano ritrova la giusta fiducia e riapre il match, riducendo lo svantaggio sul -2 (56-58). Nel finale però, Venezia è più lucida e conquista il successo. Il match si conclude sul punteggio di 63-67.

HAPPY CASA BRINDISI – POMPEA FORTITUDO BOLOGNA 78-53 (23-12; 45-24; 64-37)

Il Primo Tempo: Nella prima frazione di gioco, la Happy Casa Brindisi parte in quinta e chiude al 10′ sul +11 (23-12). Nel secondo quarto, la musica non cambia ed infatti i pugliesi trascinati dai numerosi presenti a Pesaro, ne approfittano per allungare sul +21 al 20′.
Il Secondo Tempo: Nel terzo periodo, i brindisini dilagano nel punteggio e volano sulle 27 lunghezze di vantaggio. Nell’ultimo quarto, gli uomini di coach Vitucci hanno solo il dovere di controllare il largo margine. Il match finisce 78-53.
Lorenzo Lubrano per BlaBlaNews

Autore dell'articolo: La Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *